Come nascono i prodotti FLORA?
Uniamo conoscenze e creatività in maniera naturale, controllata e scientifica

Le piante sono la nostra anima ispiratrice; partiamo sempre dalla profonda conoscenza delle loro proprietà curative e benefiche, per far nascere combinazioni sicure ed efficaci.

L’impegno costante di FLORA è quello di garantire e certificare i prodotti che dal campo giungono nei nostri laboratori, per essere preparati per il consumatore.

 


E’ il principio attivo che fa la differenza

Un prodotto eccellente è sempre figlio di un principio attivo eccellente.
E’ su questo assunto che si basa l’intero iter produttivo aziendale.
E’ infatti dalla scelta del principio attivo da utilizzare (erbe essiccate, oli essenziali, estratti e così via) che inizia la strada verso l’eccellenza qualitativa.


I punti di forza:

  • L’ASCOLTO DEL CLIENTE
  • IL REPARTO RICERCA E SVILUPPO
  • L’ITER SCIENTIFICO E RIGOROSO RIVOLTO ALLA QUALITA’ SENZA COMPROMESSI
  • ANCHE IL CONTROLLO MANUALE: L’OLFATTO E LA VISTA, DUE ALLEATI IN PIU’ ALLA QUALITA’
  • LA NOSTRA DEDIZIONE VERSO L’ECCELLENZA, OLTRE LA NORMA
  • L’IMPEGNO IN CAMPO PROFESSIONALE
  • LA CONSAPEVOLEZZA DEL NOSTRO GRUPPO DI LAVORO

 


progetto Nano3FLORA srl impegnata nel PROGETTO REGIONALE NANOCube

SVILUPPO DI TECNOLOGIE INNOVATIVE PER LA REALIZZAZIONE DI NANOCAPSULE E NANOSISTEMI A RILASCIO CONTROLLATO DI SOSTANZE FUNZIONALI PER APPLICAZIONI BIOMEDICHE E COSMETICHE
Progetto finanziato nel quadro del POR FESR Toscana 2014-2020

loghi istituzionali NanoCube


Obiettivi del progetto:

Nel dicembre 2016 la Regione Toscana ha ammesso a finanziamento sul bando POR FESR 2014 – 2020, il progetto dal titolo “Sviluppo di tecnologie innovative per la realizzazione di nanocapsule e nanosistemi a rilascio controllato di sostanze funzionali per applicazioni biomediche e cosmetiche”, il cui acronimo è NANOCUBE, che si propone di sviluppare originali sistemi nanometrici attivi per applicazioni cosmetiche e biomedicali, tipo:

•    Nanomateriali in forma di nanofibre e nanocapsule core-shell per il trattamento locale della pelle;
•    Nanomateriali in forma di nanofibre e nanocapsule core-shell 100% vegetali a rilascio di sostanze naturali (oli essenziali) per uso cosmetico o dermocosmetico (Dispositivi Medici di classe 1 non sterili)
•    Patch autoportanti nanostrutturati bioattivi per il trattamento delle lesioni croniche.

L’obiettivo di NANOCUBE è anche quello di sviluppare la relativa apparecchiatura per la produzione di tali sistemi nanostrutturati, superando le attuali barriere tecnologiche e commerciali.

Il progetto è stato presentato dal consorzio Toscano costituito dal coordinatore TECHA S.r.l., FLORA S.r.l, LINARI Engineering S.r.l, affiancate dal Laboratory for Biomaterials & Graft Technology, CNR-IFC, eccellenza nel settore dei biomateriali e delle biotecnologie.